L’ÒVE

21/11/2013

Piazza Affari, Milan, Lombardy, Italy

Twenty-two elements that echo the shape of the male genital organs are arranged on the floor of Piazza Affari in Milan. The testicles are placed well to the fore and the pines show a rigid sections which deprive the end part of them.

 

To realize the artistic elements of the installation, Sergio Calzolaro has used the technique of papier mache. To give a more compact texture and lytic to the figures, in the painting stage the artist has used a particular acrylic paints.

The color of the genitals is a shade of gray, very close to white.

The various elements show the foul slightly inclined and are arranged in neat rows on the floor in the 1-1-4-4-4-4 formation towards the center of the square.

It was decided to realize the artistic intervention during the night, in order to better exploit the quality of an artificial lighting, able to put in greater contrast volumes of the elements.

 

Between November and December 2013, Dàvide Léōpìzzi and Sergio Calzolaro have developed an artistic journey that has brought them to Milan moving first through Treviso, Venice, Padua and Bologna. The purpose of this particular expedition was to carry out art experiments in urban places.

Taking advantage of the trip, the two artists decided to create artistic intervention in Piazza Affari in Milan.

This place is one of the most important cornerstones of high economical life of Italy.

The Palace Mezzanotte, which occupies one of its four sides, is the seat of the Milan Stock Exchange.

Since the 25th of September 2010 is placed in the center of the square, "L.O.V.E.", a sculpture by Maurizio Cattelan. This is a colossal hand intent in a fascist salute. The fingers are severed, to ecceione of the middle finger. The palm of the hand is facing the aforementioned building, while at the back there is the known input from Via della Posta. Right in the porch below this input has been realized "L'Òve".

"L'òve" in local dialect of the artists (from Salento) it means "the eggs". The 44 pieces of the art installation, apart the leathery wrinkles of the scrotums, don't show any sign of hatching.

 

Materials used: paper, glue and egg yolks.

 

Authors: Dàvide Léōpìzzi

Design and production: Sergio Calzolaro

Composition: Dàvide Léōpìzzi and Sergio Calzolaro

Photograph: Dàvide Léōpìzzi

Photographic documentation: Anita Schiona

 

 

Ventidue elementi che riprendono la forma di organi genitali maschili si dispongono sul pavimento di Piazza Affari, a Milano. I testicoli sono messi ben in evidenza e i falli evidenziano delle rigide sezioni che privano l'organo della estremità.

 

 

Per realizzare gli elementi dell’installazione artistica, Sergio Calzolaro si è servito della tecnica della cartapesta. Per dare una consistenza più compatta e litica alle figure, nella fase di verniciatura l’artista ha usato delle particolari vernici acriliche.

Il colore degli organi genitali è una gradazione di grigio molto vicina al bianco.

I vari elementi mostrano la parte del fallo leggermente inclinata e si dispongono in file ordinate sul pavimento in una formazione 1-1-4-4-4-4 in direzione del centro della piazza.

È stato deciso di realizzare l’intervento artistico nottetempo, per meglio sfruttare le qualità di una illuminazione artificiale, in grado di porre in maggiore contrasto i volumi delle figure.

 

Tra il novembre e il dicembre del 2013, Dàvide Léōpìzzi e Sergio Calzolaro hanno sviluppato un viaggio artistico che li ha condotti a Milano passando prima da Treviso, Venezia, Padova e Bologna. Il fine di questa particolare spedizione era quello di realizzare degli esperimenti d’arte in contesti urbani.

Approfittando del viaggio, i due artisti hanno deciso di realizzare l’intervento artistico “L’Òve” in Piazza Affari a Milano.

Questo luogo rappresenta uno dei cardini più importanti dell'alta finanaza italiana.

Il Palazzo Mezzanotte, che occupa uno dei suoi quattro lati, è sede della Borsa di Milano.

Dal 25 Settembre 2010 è posta al centro della piazza "L.O.V.E.", un'opera scultorea di Maurizio Cattelan. Si tratta di una mano di dimensioni colossali intenta nel saluto romano. Le dita sono mozze, a ecceione del dito medio. Il palmo della mano è rivolto verso il palazzo sopraccitato, mentre in corrispondenza del dorso vi è il noto ingresso in piazza da Via della Posta. Proprio nel porticato che segue questo ingresso è stato realizzato L'Òve.

"L'òve" in dialetto salentino significa "le uova". Le 44 dell’installazione artistica, a parte le grinze coriacee degli scroti, non presentano segni di schiusura.

 

Materiali utilizzati: carta, colla vinilica e tuorli.

 

Ideazione: Dàvide Léōpìzzi

Progettazione e realizzazione: Sergio Calzolaro

Composizione: Dàvide Léōpìzzi e Sergio Calzolaro

Fotografia: Dàvide Léōpìzzi

Documentazione fotografica: Anita Schiona

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2013 Dàvide Léōpìzzi All rights reserved Designed by Dàvide Léōpìzzi P.IVA: 04675920757